CHI E’ IL TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA

image2

Il Tecnico di neurofisiopatologia (TNFP) è l’operatore sanitario che svolge la propria attività nell’ambito della diagnosi delle patologie del sistema nervoso, utilizzando specifici metodi diagnostici (in campo neurologico e neurochirurgico) prescritti dal Medico.

Si occupa della esecuzione di vari esami per lo studio del sistema nervoso mediante metodiche di elettroencefalografia (EEG), di elettromiografia (EMG), di potenziali evocati, di poligrafia del sonno e del sistema neurovegetativo per lo studio delle funzioni cardiorespiratorie e di ultrasonologia Doppler.

Fa parte di una delle 22 Professioni sanitarie regolamentate dal Ministero della Sanità con appositi e specifici Decreti dal 1994 al 1998. Tali professioni che nel passato venivano preparate nelle scuole regionali od universitarie, dal 2001 sono formate in specifici corsi di laurea triennale istituite presso la facoltà di Medicina e Chirurgia, a numero chiuso.

Questo figura professionale trova impiego nelle strutture sanitarie pubbliche e private, negli istituti e laboratori universitari, negli studi di neurologia, sia come dipendente che come libero professionista.

Scarica il profilo professionale

COSA FA IL TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA

Il tnfp utilizza macchinari specifici, su indicazione del Medico specialista e, con le tecniche più idonee (test diagnostici o di ricerca neurofisiologica), è il diretto responsabile dello svolgimento degli esami e dei risultati ottenuti; inoltre predispone e controlla le apparecchiature che ha in dotazione.

Egli applica le metodiche più idonee per la registrazione dei fenomeni bioelettrici, con diretto intervento sul paziente e sulle apparecchiature ai fini della realizzazione di un esame diagnostico strumentale; infatti, ha dirette responsabilità nell’applicazione e nel risultato finale della metodica diagnostica utilizzata.

Inoltre, provvede alla predisposizione e controllo della strumentazione delle apparecchiature che ha in dotazione e gestisce compiutamente il lavoro di raccolta e di ottimizzazione delle varie metodiche diagnostiche sulle quali, su richiesta, deve redigere un rapporto descrittivo sotto l’aspetto tecnico.

pot

COME SI DIVENTA TNFP

story-118385

Per esercitare le professione di Tecnico di Neurofisiopatologia è necessaria la laurea triennale di primo livello in “Tecniche di neurofisiopatologia”, che ha anche funzione abilitante. Per iscriversi al corso di laurea è richiesto un diploma di istruzione secondaria di secondo grado. Il corso di laurea triennale è istituito presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di molte università italiane; l’accesso è programmato dunque vi si accede superando l’esame selettivo di ammissione.

Durante il corso di studi, in cui è richiesta la frequenza obbligatoria, si studiano svariate materie che sono comuni a tutti i corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie, tra cui anatomia, fisiologia, biologia, biochimica, inglese scientifico, ecc. e già a partire dal primo anno accademico si studiano anche materie specifiche che riguardano da vicino la professione del tnfp, come per esempio analisi dei segnali bioelettrici, elettroencefalografia, anatomia e fisiologia del sistema nervoso, neurologia, ecc.

Inoltre è prevista anche la frequenza obbligatoria al tirocinio pratico negli ambulatori dove si esegue la diagnostica durante tutti e tre gli anni di formazione universitaria.

Dopo aver conseguito la laurea, si può accedere a quella specialistica di ulteriori due anni che ha l’obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici, orientata in generale alla dirigenza, alla formazione specialistica e alla ricerca (Decreto 22 ottobre 2004, n. 270).

Esistono anche master e corsi di perfezionamento post laurea, sempre di livello universitario.

Per chi esercita la professione di tecnico di neurofisiopatologia è previsto l’obbligo di partecipazione a corsi di aggiornamento e qualificazione, previsti nell’ambito del programma nazionale per la formazione degli operatori della sanità: ECM – Educazione Continua in Medicina.

Una storia lunga oltre quarant’anni…

Continua a scriverla insieme a Noi!